Novità

Arrivare in forma Natale

Pensare al Natale significa immergersi in un’atmosfera dolcemente magica, piena di luci soffuse, di calore familiare, di profumi e aspettative. Ma pensare al Natale è anche… sentire il girovita che si allarga inesorabilmente! Perché, diciamocela tutta, per molti di noi le feste natalizie, che sono lunghe e piene di eventi da celebrare, portano in serbo un dono che ci piacerebbe tanto poter rimandare al mittente: un po’ di ciccetta in più.

Secondo le statistiche più recenti, le festività che ruotano intorno al Natale e al Capodanno regalano agli italiani una media di 3 kg in più, che su un fisico snello non disturbano più di tanto, ma come la mettiamo se siamo già un po’ sovrappeso? In questo caso il rischio che corriamo durante le feste natalizie, se ci lasciamo andare e cediamo a tutte le tentazioni gastronomiche che si presentano, è quello di precipitare pericolosamente in zona oversize… E a quel punto dimagrire diventa un impegno necessario, ma anche un percorso lungo e difficile. Molto meglio agire di prevenzione, arrivando al Natale già in linea e pertanto poco disposti a “perderla,” pur senza rinunciare a goderci pranzi e cene con familiari e amici.

Il punto è questo: una volta arrivate le date segnate in rosso sul calendario mangeremo di più e berremo di più. Su questo non ci piove. E allora come evitare di riemergere dalle vacanze ingrassati e scontenti? Facendo in modo di ridurre la calorie nei giorni intermedi così da compensare le abbuffate di Natale, Capodanno o della Befana, e soprattutto preparando il fisico adeguatamente.

Come? Ecco i nostri consigli.

  1. Partire da novembre, seguire per un mese una dieta da 1200-1300 calorie al giorno: ipocalorica sì, ma equilibrata, meglio se studiata da un dietologo! In questo modo daremo al corpo tutto il tempo di ritornare in linea. Una volta raggiunto il peso forma, via libera ad una dieta di mantenimento meno rigida; cerchiamo comunque di non superare le 1600 calorie al giorno prima del Natale.

  2. Provare una dieta detox nella settimana che precede il Natale. Una dieta depurativa di 3 giorni, ad esempio, è perfetta per perdere un po’ di liquidi e di tossine che potremmo aver accumulato nei mesi precedenti. Questo permetterà al fisico di arrivare disintossicato all’appuntamento gastronomico con il Natale.

  3. Fare più moto. L’autunno è la stagione giusta per prendere (o riprendere) confidenza con l’esercizio fisico. L’ideale è partire già dal mese di settembre, ottobre al massimo per poter sperare in qualche risultato visibile prima di Natale. Ok la palestra, la ginnastica in casa ma soprattutto praticare un po’ di sano jogging mattutino. Anche mezzora di camminata a passo veloce al giorno sono ideali per bruciare calorie e allenare il corpo. Naturalmente l’allenamento va proseguito anche durante le vacanze nei giorni liberi.

  4. Programmare un novembre austero. Da Halloween in avanti svuotiamo la dispensa e il frigo per tutto il mese di novembre, eliminando cibo spazzatura e alimenti ipercalorici poco salutari come merendine, surgelati da friggere, porzioni di lasagne precotte, dolcetti e salumi, patatine fritte, salse grasse come la maionese o la besciamella. Sostituiamo questi cibi con tanta frutta e verdura di stagione, legumi con cui preparare ottime zuppe, cereali integrali (inclusi pane, pasta e riso “scuri”), pollame e pesce bianco. Anche se non abbiamo bisogno di fare una dieta, cerchiamo di mangiare in modo più morigerato aumentando l’apporto di questi alimenti che sono ricchi di fibre e antiossidanti e che, oltre a depurare, stimoleranno il sistema immunitario rendendoci meno vulnerabili ai malanni di stagione.

  5. Nella dieta pre-vacanze natalizie inserire sempre una porzione di verdure crude, lesse o al vapore. Consumiamola sia a pranzo che a cena prima della pietanza principale: sazia e riempie subito lo stomaco.

  6. Fare sempre uno spuntino a metà mattina e uno a metà pomeriggio. L’importante è che sia light: ad esempio un frutto, uno yogurt, due gallette di riso con poca marmellata, una tazza di tè con 2 frollini integrali, un frullato o una barretta Kilocal energetica e ipocalorica.

  7. Limitare i cibi che fermentano in pancia e fanno gonfiare, tra cui latticini, legumi con la buccia, dolcificanti e cereali raffinati e lievitati (ad esempio la pizza).

  8. Per un mese sostituire le carni rosse o lavorate con il pollame o con gli omologhi vegetali a base di soia o di glutine (seitan o tempeh).

  9. Limitare la pasta e il pane, ma non eliminarli. Una porzione da 70-80 g al giorno di riso o pasta, meglio se integrale, vanno bene, basta che siano conditi in modo leggero. Scegliamo pane integrale o fatto con grano duro e lievito madre, che ha più proteine e un minor impatto glicemico.

  10. Per un mese consumare tisane drenanti due volte al giorno

(Da web Kilokal)

Queste le linee da seguire per una corretta gestione del proprio corpo. Dove la ginnastica e la dieta non arrivano, gli interventi Dott. Rottino.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Leggi tutto...