Novità

Tutto quello che c’è da sapere sul lipofilling glutei

Migliorare l'aspetto del lato B definendo il resto del corpo

Il lipofilling ai glutei è una procedura di chirurgia estetica che consiste nel riempimento e rimodellamento dei glutei, come la gluteoplastica: ecco come ottenere un lato B perfetto.

Avere un lato B sodo è il sogno di tantissime persone: il lipofilling ai glutei è una procedura di chirurgia estetica che sta ottenendo sempre più successo, garantendo ottimi risultati, anche se non è tra i 5 interventi più richiesti.

Ma come funziona? Il chirurgo preleva da alcuni distretti corporei del grasso, che viene poi “purificato” e inserito nuovamente nel gluteo, per ottenere un aumento di volume. Presenta quindi delle differenze con la gluteoplastica.

Ecco quali sono i benefici di questa pratica, i costi e i tempi di decorso operatorio.

Nel campo degli interventi di chirurgia plastica sta riscuotendo sempre più successo il rimodellamento del fondo schiena, che mira non solo a sollevare i glutei, ma anche a riempirli. Se fino a qualche tempo fa uno degli interventi più praticati era quello di inserimento delle protesi, oggi il lipofilling ai glutei è considerato la nuova frontiera della chirurgia estetica, perché molto meno invasivo rispetto ad altre opzioni e più efficace dei classici esercizi per avere glutei perfetti.


Si va a prelevare del grasso da alcune zone del corpo in cui ce n’è a sufficienza, lo si “pulisce” e poi lo si inserisce nel gluteo, o ovunque si voglia ottenere un aumento di volume. Il limite di questo intervento è naturalmente che la paziente deve disporre di grasso sufficiente.

L’intervento dura tra le due e le quattro ore e deve essere effettuato in una struttura adeguata secondo i criteri di legge: viene eseguito generalmente in day hospital, che prevede il rientro a casa nella stessa giornata, oppure in alcuni casi viene richiesta una notte di degenza.

Il postoperatorio del lipofilling ai glutei è decisamente migliore rispetto a quello di altri interventi: i tempi di recupero sono di circa 15 o al massimo 20 giorni, durante i quali la paziente avrà qualche difficoltà a stare seduta.

La durata del lipofilling ai glutei si protrae nel tempo e non c’è rischio di allergie o rigetto perché il grasso utilizzato proviene dal paziente stesso: non è invece possibile fare una previsione precisa del volume che si otterrà perché non sempre tutto il grasso impiantato attecchisce e, in questo caso, l’effetto volumizzante è più o meno variabile.

Questo intervento, molto indicato per risolvere inestetismi come glutei svuotati, poco sporgenti o con una forma poco armonica, di solito prevede una semplice anestesia locale, ma in alcuni casi è invece consigliabile eseguire l’anestesia peridurale o spinale.

Le controindicazioni del lipofilling ai glutei sono i lividi nella zona del prelievo e dell’iniezione, accompagnati anche dal gonfiore, e una possibile iperpigmentazione cutanea, ma si tratta comunque di un intervento poco invasivo. Le innovazioni scientifiche però non si fermano mai e, secondo alcune recenti ricerche, il lipofilling ai glutei con staminali può garantire un risultato migliore rispetto al trattamento normale; l’aumento di volume corporeo ottenuto mediante il trasferimento di grasso sul lungo periodo infatti sarebbe superiore rispetto al trattamento normale.

 

 

(Da PagineGialle)

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Leggi tutto...